MOVIMENTO O ALLENAMENTO IN GRAVIDANZA


Posso allenarmi o fare movimento in gravidanza?
Se la tua gravidanza non ha problemi, anche in questo periodo puoi fare dell’attività fisica. Non è sempre però facile decidere qual è quella giusta da fare, quindi prima di optare per la prima che ti capita, tanto una vale l’altra, vanno tenute presenti delle differenze importanti tra le varie attività.

Attività agonistica e sportiva in gravidanza
L’attività agonistica è altamente specialistica e riguarda solo le mamme atlete che intendono mantenere un certo grado di performance fisica e di prestazione agonistica anche durante la gestazione.
E’ dunque un tipo di movimento molto di nicchia e non riguarda la stragrande maggioranza delle future mamme.
E’ un’attività che va gestita in modo accurato da un team di specialisti in ambito sia medico che sportivo, tra cui un personal coach.

Per attività sportiva si intende in particolare a quella che certe donne, abituate ad andare in palestra e a seguire una scheda preparata dal personal trainer, intendono continuare a fare anche durante la gravidanza, un po’ modificata ma non molto. Sono le mamme glam che non intendono rinunciare alla forma fisica ottenuta in modo piuttosto forte e impegnativo neanche in gravidanza.

L’attività agonistica e quella sportiva contengono molti elementi che possono creare anche gravi problemi al corpo della donna col pancione – come ad esempio la diastasi addominale: per cui o vanno assolutamente evitate del tutto o compensate in modo preciso e costante.
Infine, entrambe queste attività non preparano al parto.

A.F.A. – Attività Fisica Adattata in gravidanza
L’Attività Fisica Adattata che viene proposta alle donne in gravidanza, prende avvio da alcune discipline fisiche non troppo impegnative che poi vengono appositamente alleggerite, semplificate, attenuate da vari punti di vista in modo da ‘adattarle’ alla condizione fisica delle gestanti. Ce ne sono di diversi tipi in circolazione tra cui puoi scegliere , come ad esempio lo yoga in gravidanza, il Pilates in gravidanza l’acquaticità per gestanti.
Sono tutte Attività Fisiche Adattate che, nelle intenzioni di chi le propone,
 possono essere fatte senza sforzo e senza un particolare impegno dalle donne con il pancione. In realtà spesso contengono vari errori tecnici e biomeccanici anche gravi che non andrebbero assolutamente proposti ad una donna in gravidanza!

Tuttavia il problema principale di questi corsi di A.F.A. è che, nella maggior parte dei casi, sono tenuti da personale non competente sulla parte fisica: ostetriche, osteopati, fisioterapisti, o anche semplici appassionati hanno altri tipi di competenze!! 
Il suggerimento è di avere la cura e l’accortezza di affidarsi, per qualsiasi attività fisica, solo ed esclusivamente a personale laureato in Scienze Motorie, l’unica figura professionale che ha una formazione specifica e un’autorizzazione ministeriale a lavorare in questo ambito.

In ogni caso le Attività Fisiche Adattate (A.F.A.) sono pensate per far fare del movimento alle donne in gravidanza, per cui sono delle attività estremamente generiche e aspecifiche che di sicuro non servono per prepararsi al parto.

MAMME IN MOVIMENTO: ‘allenamento’ specifico per la preparazione fisica la parto.
L’allenamento
 per le donne in gravidanza è invece un’attività altamente specifica, basata sullo studio innovativo dei principi di biomeccanica del parto.
Ha come obiettivo principale quello di proporre movimenti studiati appositamente per prepararsi in modo mirato e specifico per ottimizzare il gesto tecnico del parto e utili per risolvere i problemi fisici tipici della gravidanza, come ad esempio il mal di schiena.
Solo una coach delle mamme può tenere questi corsi: è una professionista laureata in Scienze Motorie e specializzata nell’ambito delle donne in gravidanza.
E’ quello che fa il corso preparto Mamme in Movimento con il suo programma ampio, unico e studiato proprio per essere una preparazione specifica al parto di tutte le future mamme.

Movimento in gravidanza
Fare del movimento in gravidanza è spesso consigliato alle donne, anche dai medici stessi. Quante future mamme si saranno sentite dire “cammina che ti fa bene”? In effetti molti sono gli aspetti positivi legati al movimento durante i mesi della gestazione, ma possono trasformarsi in aspetti negativi se fatti senza un criterio scientifico di base. Anche in questo caso il suggerimento fondamentale è farsi seguire dalla coach delle mamme, l’unica figura specializzata in tal senso.
Per cui anche semplicemente camminare nel verde può effettivamente portare dei benefici SOLO SE vengono rispettati dei principi di movimento tipici del corpo della donna in gravidanza. 
Siccome però queste sono solo semplici attività di movimento, di sicuro non ti servono per prepararti al parto.