L’idea: come nasce Mamme in Movimento

C’è qualcosa che non va..
L’idea di creare il corso preparto Mamme in Movimento è nata quando, con la nascita del mio primo figlio, mi sono sentita del tutto impreparata ad affrontare il parto dal punto di vista fisico. Per me, che vengo dallo sport agonistico, non è davvero una bella sensazione!Sentivo che quella parte fisica che mancava nel parto era qualcosa di importante. Ho pensato che arrivare più preparata fisicamente al parto sarebbe stato decisamente più utile, non solo per me ma anche per tante altre donne.

Nasce Mamme in Movimento
Così, nell’ottobre 2003, ho dato vita al corso di preparazione fisica per le future mamme Mamme in Movimento basato sulla mia professionalità in ambito fisico e scientifico.

All’inizio le lezioni del corso erano basate solo su alcuni esercizi semplici, ma tecnici e mirati. Lo scopo era innanzitutto aiutare le donne a stare meglio in gravidanza.Di lì a poco però ci fu la svolta: le donne cominciarono a chiedermi in modo sempre più specifico “cosa fare” durante il parto.
Una donna in particolare, arrivata al corso alla sua seconda gravidanza, mi disse che non voleva assolutamente fare un secondo parto con un travaglio “molto lungo e molto doloroso” come la volta precedente. Voleva fare un parto “decisamente migliore!” e senza esitazioni mi disse:
“inventami qualcosa!”..

Beh, l’esortazione non era banale, ma la sfida era molto interessante! Volevo semplicemente accontentare la sua richiesta che però era molto probabilmente uguale a quella di tante altre donne. Era dunque arrivato il momento di provare a creare il parto come lo vogliono le donne!

Nessun contributo scientifico
In realtà in quel momento non sapevo che avrei cambiato per sempre il parto. Di sicuro dovevo lavorare sulla componente fisica del parto, quella di mia competenza, data la mia formazione e professionalità.

Dopo aver esaminato dettagliatamente la letteratura scientifica a riguardo, con grande stupore, non ho trovato nessuna analisi tecnica delle posizioni del parto e nessuna dimostrazione scientifica legata a risultati “decisamente migliori”. Dunque la scienza non sapeva nulla su quali fossero le migliori posizioni per fare nel modo migliore il parto! Da quei testi risultava chiaro che:
– la medicina si occupava solo della componente ‘medica’ di gravidanza e parto, per intervenire ovviamente
sugli eventuali problemi di sua competenza;

– la ‘donna-paziente’ era considerata decisamente più importante della ‘donna-atleta’, cioè di colei che deve fare
il parto;

– di conseguenza lo studio tecnico e l’importanza delle posizioni del parto erano trascurate e banalizzate.

Infatti, indipendentemente dalla posizione del parto, si dava per scontato che un primo parto naturale durasse circa 12 ore di media e che il dolore fosse molto forte, tanto che era considerato quasi normale che le donne chiedessero l’epidurale. E da quel lontano 2003, la situazione oggi non è affatto cambiata!

La parola alle donne
Eppure la componente fisica in un parto è preponderante e saper far nascere suo figlio, scegliendo la posizione migliore, può fare la differenza sull’andamento più o meno positivo del parto stesso.
Inoltre, dalla nostra ricerca statistica, risulta che tutte le future mamme hanno ben chiaro come vorrebbero il loro parto. Tutto quello che oggi sembra ancora un privilegio per poche fortunate.

Mamme in Movimento è il parto come lo vogliono le donne.
Nel tempo Mamme in Movimento è diventato un vero e proprio programma di preparazione FISICA specifico per le donne incinte. E’ infatti un corso preparto con una impostazione completamente nuova, più scientifica e decisamente più sportiva.

Creato per migliorare le caratteristiche di una prestazione fisica di tutto rispetto, quale la gravidanza ed in particolar modo il parto, Mamme in Movimento vuole andare incontro alle aspettative e alle richieste di tutte le future mamme, per fare il parto come lo vogliono le donne.

Premio europeo e Taddei Smart Birth: tutti i risultati scientifici di MM
I benefici e i risultati positivi che si possono ottenere grazie al corso Mamme in Movimento sono così tanti e così tanto migliorativi che ci hanno permesso di partecipare ad un premio Europeo Horizon Prize – Birth Day.
Tutti gli outcomes e i grafici della nostra indagine statistica sul parto, sono riportati sul nostro sito scientifico Taddei Smart Birth.

Già in gravidanza si eliminano del tutto o si attenuano molto vari disagi fisici, legati alla crescita del pancione ed in particolare quello più diffuso tra le future mamme, ovvero il mal di schiena

In particolare però è stato decisamente
 migliorato il gesto tecnico del parto e i risultati sono ottimi!!..
Infatti non solo la preparazione di Mamme in Movimento permette alle future mamme di arrivare preparate fisicamente al meglio al lieto evento
, ma grazie alla sua impostazione tecnica innovativa, permette anche di dimezzare il dolore delle contrazioni e di diminuire i tempi del travaglio


Fare un parto veloce e tecnicamente corretto abbassa inoltre in modo drastico l’incidenza delle problematiche dei neonati ed elimina quasi del tutto le lacerazioni del perineo.

Fino ad oggi più di 2000 persone, tra mamme e i loro partner, hanno seguito il corso per donne in gravidanza di Mamme in Movimento ed hanno fatto nascere i propri bambini in modo meraviglioso con la nuova impostazione fisica-scientifica.

Le mamme ‘bis’…
Tantissime sono le nostre ‘mamme bis’ cioè mamme che hanno già fatto un primo parto con Mamme in Movimento e che tornano al corso anche per la seconda gravidanza, per fare nuovamente bene, se non meglio, anche il secondo parto.