E’ nata BEATRICE

BEATRICE è nata in circa 5 ore di travaglio e con i complimenti di tutta la sala parto, per il bellissimo parto che i suoi genitori hanno fatto per farla nascere al meglio, con le posizioni di MM.

“La mattina verso le 7.00 mi si sono rotte le acque – racconta la mamma di Beatrice – e avevo qualche piccolo dolorino. Così, dopo una doccia, siamo andati al punto nascita dove sono arrivata con già circa due centimetri di dilatazione”. Dopo un lungo monitoraggio, il personale ha deciso di far andare la mamma in reparto. “Lì abbiamo iniziato a fare con mio marito le posizioni di MM per il parto – continua la mamma di Beatrice – e nel giro di mezz’ora sono arrivata a 5 cm di dilatazione!”. Anche la mamma di Beatrice, come tutte le mamme di MM, ha provato a fare una posizione diversa da quelle di MM e anche lei ha sentito aumentare decisamente il dolore. “Per cui sono rimasta nella posizione di MM che preferivo, ma avevo dolore all’osso sacro: per fortuna – dice con sollievo la mamma – grazie a quanto imparato al corso preparto MM, mio marito ha saputo cosa fare per eliminarmi questo dolore.”. Verso le 11.00 inizia il travaglio e trasferiscono i genitori in sala parto, dove hanno trovato l’assistenza di ostetrica tranquilla e non invasiva: si è limitata a chiedere ogni tanto ai genitori se avevano bisogno di qualcosa. Poi è rimasta seduta in silenzio nella stanza ad osservare il parto: insomma bravissima!! “Per tre volte mi ha chiesto se volevo l’epidurale – ricorda infine la mamma di Beatrice – e per tre volte le ho detto che non serviva, perché stavo bene e ogni volta che spingevo il dolore calava.”. Anche in questa fase la mamma ha provato a mettersi in un’altra posizione non di MM per il parto, e anche questa volta ha sentito molto più dolore. “Mio marito mi ha aiutato tantissimo e per tutto il tempo: alla fine lui era ‘stronco’, ma entusiasta!“. E così, alle 15.55 è nata Beatrice, tra i complimenti di tutta la sala parto che ha assistito a questo parto. Un ringraziamento particolare la mamma si è sentita di farlo all’ostetrica che era con loro per la sua ottima assistenza. Ma lei le ha risposto che “non siete voi che dovete ringraziare me, sono io che devo ringraziare voi perché mi avete fatto vedere un parto splendido!!“.
Grande squadra, grande assistenza, grandissimo parto.