E’ nata GIORGIA

Giorgia, che ha altri due fratellini di 4 e 2 anni, è nata in meno di due ore di travaglio, permettendo al loro papà di assistere la mamma la notte e di essere già presente al loro risveglio.
La sua mamma ha avuto un cesareo d’urgenza per il primo parto e il secondo parto naturale, ma decisamente operativo, dal quale si è ristabilita solo dopo alcune settimane. Per il suo terzo parto, ha quindi deciso di fare nascere Giorgia in modo molto diverso e per questo ha seguito il corso Mamme in Movimento. 

Ecco la nascita di Giorgia raccontata dalla sua mamma.“Alle 1.15 di notte mi sono svegliata, e ho iniziato a sentire delle contrazioncine lievi ma già ogni 5 – 7 minuti. Sono rimasta a letto con i bambini vicino per mezz’oretta facendo da sola una posizione da sdraiata di MM, sentendo grande beneficio, non solo fisico ma anche mentale, e dunque ero tranquilla perché tenevo sotto controllo le contrazioni. Dopo un po’ mi sono alzata, a quel punto però si sono rotte le acque: sono andata in bagno e anche lì ho fatto una posizione di MM da sola, sentendo molto meno dolore.
Verso 2.30 però ho svegliato mio marito e abbiamo deciso che era il momento di andare all’ospedale.
Abbiamo iniziato a preparaci per uscire, ma ogni volta che arrivava una contrazione lo avvertivo: “Contrazione!!”.. lui veniva subito vicino a me, ci mettevamo insieme in una posizione di MM, io spingevo e, finita la contrazione, riprendevamo a prepararci!!
Anche nel tragitto verso l’ospedale, sotto la pioggia, quando c’era la “Contrazione!!” ci fermavamo per strada per fare insieme la nostra posizione sotto l’acqua, così il dolore era sotto controllo e io ero tranquilla!
Entrati in ospedale, anche nei corridoi, facevo le mie posizioni dovunque… anche da sola… e spingevo!! E anche in accettazione, con il tracciato attaccato, ho continuato con le mie posizioni.
Verso le 4.00 però, con neanche 2 cm di dilatazione, le contrazioni mi si fermano un po’. Così verso le 5.00 mi ricoverano in reparto e dicono a mio marito di tornare a casa!!!… Impossibile… io avevo bisogno di lui!! Quindi gli ho detto di non allontanarsi e di restare fuori dal reparto, nel corridoio… di modo che gli avrei mandato un messaggino quando sarebbero ripartite le contrazioni. Infatti nel giro di una mezz’oretta ripartono… e allora sono uscita dal reparto, sono andata da lui e ci siamo messi a fare insieme le posizioni di MM sulle sedie della sala d’attesa…
Ad un’altra visita sono a 4 cm e alle 6.30 circa mi hanno mandato in sala parto!.. Lì ho iniziato a sentire che il dolore era più forte e ho perso per un po’ la lucidità; mio marito mi incoraggiava e cercava di tenermi e guidarmi, e quando riuscivo a concentrarmi e a farmi aiutare, sentivo che comunque riuscivo a sopportare il dolore. Alle 6.50 mi hanno vistato mi hanno detto che ero “ancora a 4 cm”… solo?! E allora, decisa, ho chiesto l’epidurale!! Infatti alle 7.05 è arrivato l’anestesista.
Ma a quel punto la svolta….
Tutto ad un tratto “ho voglia di spingere!!… Devooooo spingere…”. L’ostetrica mi ha chiesto di “non spingere, perché sei a 4 cm!!”… Poi però mi ha controllata e io ho sentito la testa… e anche lei, stupita, mi ha confermato che “c’è la testa… sei dilatata al massimo!!.. Spingi, spingi…”. Così, facendo le ultime posizioni con mio marito che mi incoraggiava e le ostetriche a sostegno che mi hanno guidato, ho potuto sentire con la mano la testina della bimba che usciva… Così, in sole cinque spinte, alle 7.19, è nata Giorgia, e le ostetriche, stupite, mi hanno chiamata ‘mamma sprint’!! Durante il parto mi sentivo tranquilla, ma so che la bambina l’ha fatta nascere anche mio marito, perché senza il suo sostegno non ce l’avrei fatta!

Giorgia è nata rosea e paffuta, si vede che ha non ha sofferto per niente… Io incredibilmente sono stata subito benissimo!!!… Non ho avuto dolori, indolenzimento, bruciore o altro… ho fatto subito la doccia e quando in mattinata sono arrivati gli altri miei due bimbi al punto nascita, li ho presi subito in braccio e mi sono accovacciata per terra vicino a loro.
Insomma questa volta, per il mio terzo parto, mi sono sentita come se non avessi partorito!!!

Meravigliosi genitori, splendida performance, grande ‘mamma sprint’!!!