E’ nato DUCCIO


DUCCIO è nato in circa 4 ore di travaglio grazie alla sua mamma che ha dovuto mantenersi concentrata al massimo per far fronte a vari interventi discutibili degli operatori della sala parto. La mamma di Duccio ha iniziato a casa il pretravaglio e subito ha fatto gli esercizi di MM, una bella doccia calda e le posizioni di MM durante le contrazioni, sia da sola che col suo partner. La sera alle 19.00, con pause ogni cinque minuti, è andata al punto nascita dove però durante il monitoraggio le si sono fermate le contrazioni. A quel punto gli operatori hanno cominciato a discutere tra loro se trattenerla o se rimandarla a casa. Per un po’ hanno lasciato che restasse al punto nascita poi, quando all’una le sono riprese le contrazioni, hanno prima deciso di farle fare un altro monitoraggio e poi, alle 3.00 di notte, le hanno detto di tornare a casa senza tener conto che i genitori di Duccio stanno a quasi un’ora di distanza dal punto nascita. Digiuna, assonnata, con le contrazioni, una volta arrivata a casa alla mamma di Duccio si sono rotte le acque e, alle 5.00 di notte, è dovuta tornare al punto nascita dove le hanno fatto un altro monitoraggio. Sempre più stanca e debole e sempre digiuna, dopo un clistere inaspettato di due litri di acqua e una dose di ossitocina, finalmente le sono partite le contrazioni del travaglio: posizioni col babbo di MM, spinta e tanta tanta bravura a gestire il tutto, alle 14.30 è nato il piccolo Duccio. Genitori bravisssssimi e preparati a non mollare mai fino alla fine, nonostante modus operandi degli operatori da dimenticare.