E’ nato MILO

MILO è nato in circa 4 ore di travaglio. MiloLa sua mamma per sms ci ha scritto che “Le posizioni sono state non utili, di più. Mi hanno salvata. E (l’aiuto del) il babbo, fondamentale”. La sera precedente al parto la mamma di Milo era stata ricoverata al punto nascita perché aveva poco liquido e, spontaneamente, alle 5.30 di mattina sono cominciate le prime contrazioni. Lei si è messa subito nella posizione di MM ma poi le hanno attaccato il monitoraggio e una flebo costringendola a stare ferma e in una posizione, che però per lei era insostenibile. Con una scusa si è alzata e liberata dall’immobilità. Quando poi alle 7 è arrivato il suo compagno hanno cominciato a fare insieme le posizioni per il parto di MM. Alle 7.30 era a 4 cm di dilatazione e alle 8 in sala parto dove hanno trovato un’ostetrica favolosa che conosceva bene quelle posizioni e li ha lasciati da soli a farle in tranquillità. Alle 9.30 circa inizia il travaglio. Il babbo di Milo ha lavorato tantissimo ad ogni contrazione, addirittura le controllava lui sul monitor e diceva alla mamma quando spingere. Ad un certo punto però succede qualcosa: la mamma di Milo ha improvvisamente ‘paura’ e ciò ‘blocca’ il parto per un’ora. E’ stata l’ostetrica a tranquillizzarla e a riportarla pian piano nella fase finale del parto. Sapendo cosa e come fare e avendo anche l’aiuto del suo compagno la mamma ha reimpostato la sua posizione di MM e la sua spinta e alle 13.33 è nato Milo. “Sentivo che il dolore era funzionale alla nascita e che così lo sapevo gestire. Alla fine sapevo esattamente dove e come spingere. E’ stata un’esperienza che ho vissuto pienamente, come se fosse stata una gara!”. Anche le aspettative di questa mamma sul suo parto sono state rispettate, tranne quelle sul dolore, decisamente sotto media. Bravissimi!!! anche a questi due fantastici genitori….