Diastasi addominale

‘Diastasi’: significato

La diastasi è un termine medico che indica l’allontanamento di due parti del corpo, contigue tra di loro, oltre il loro limite fisiologico tanto che l’allontanamento è irreversibile e dunque permanente.

‘Diastasi addominale’: di cosa si tratta

La diastasi addominale riguarda il muscolo retto addominale, conosciuto come ‘tartaruga’ addominale o ‘six packs’. Questo muscolo ha la forma di un grosso nastro posizionato al centro dell’addome ed è diviso in due parti, destra e sinistra, poste ai due lati della linea mediana dell’addome stesso. diastasi addominale
I due ventri del retto addominale sono posizionati grossomodo paralleli uno accanto all’altro, così da poter svolgere al meglio le loro funzioni. Tra queste due parti del muscolo retto è presente una sottile striscia longitudinale di tessuto connettivo di colore chiaro (
linea alba) che le divide e le tiene saldamente insieme.

diastasi del retto addominale
Questa striscia di tessuto connettivale è molto resistente alla trazione. Tuttavia, se i due retti addominali si allontanano in senso opposto dalla linea mediana, anche la linea alba si allarga. Se però lo fa in modo eccessivo fino ad oltrepassare il suo limite fisiologico, le sue fibre, davvero poco elastiche, si allentano in modo irreversibile, come se fosse una cerniera lampo che si apre. 

Di conseguenza l’allontanamento dei due retti addominali diventa permanente. Si ha così la ‘diastasi del muscolo retto addominale’.

‘Diastasi addominale in gravidanza’: cosa accade

Un certo grado di allontanamento dei due lati del retto addominale è fisiologica durante la gravidanza. Quindi non comporta particolari problematiche alle future mamme e spesso regredisce da sola dopo il parto.diastasi addominale in gravidanza

Tuttavia, i fini tessuti di questa linea (in condizioni normali la larghezza e lo spessore della linea alba sono di pochi millimetri, circa 2 o 3 mm) spesso vanno incontro ad un eccessivo stiramento orizzontale e dunque alla situazione patologica della  distasi. Dal punto di vista medico, si ha diastasi addominale quando ci sono almeno 2,7 centimetri di distanza tra i due lati del muscolo retto. Ciò accade ad un terzo delle donne incinte. 

In questi casi l’unica soluzione per eliminare la diastasi è di tipo medico. Cioè si interviene chirurgicamente sul tessuto connettivo della linea alba. Invece i due ventri muscolari del retto addominale possono essere in parte recuperati con un allenamento molto mirato.

Fattori di rischio tipici della gravidanza

Il mix ormonale tipico della gravidanza aiuta ad allentare le strutture corporee, anche la linea alba, che quindi risulta più lassa e un po’ più elastica alla trazione. Tuttavia  ci sono vari fattori che possono creare comunque il rischio della distasi addominale. diastasi in gravidanzaIn particolare sono da tenere presenti:
Fattori personali
– lassità strutturale personale;
– successive gravidanze.
Su questi fattori ovviamente non è possibile fare granché.
Fattori tipici della gravidanza
– il peso della pancia;
– l’espandersi dell’addome.
Altri fattori di rischio
Altri fattori che possono predisporre in modo particolare alla diastasi addominale. Sono fattori più legati alla vita di tutti i giorni:
Carichi di lavoro fisico eccessivo:
– attività sportiva vera e propria;
– attività fisica fatta in modo non appropriato.
Diverse donne ‘sportive’ si sottopongono anche durante il periodo gestazionale ad allenamenti fisici di una certa intensità. Tuttavia tali sforzi possono risultare eccessivi anche per la delicata struttura della linea alba.

Sollevare carichi:
– pesanti buste della spesa;
– scatoloni del trasloco;

– nel caso di una secondipara, sollevare un bimbo piccolo;
– per le sportive, anche sollevare pesi in palestra di qualsiasi tipo, anche quelli fatti da sedute per il potenziamento di spalle, braccia, pettorali, dorsali.
Evitare di sollevare carichi di qualsiasi tipo durante tutto il periodo della gravidanza, soprattutto se ripetuti e/o eccessivi, aiuta tantissimo a prevenire, per quanto possibile, la diastasi addominale. Infatti ogni surplus di peso sollevato, va ad aggiungersi al crescente peso del pancione.

attività fisica in gravidanza

Prevenire ed evitare la diastasi addominale con MM

Al corso preparto Mamme in Movimento si lavora con esercizi mirati che permettono di prevenire ed evitare il rischio di diastasi addominale. Infatti l’innovativo studio biomeccanico fatto dalla coach ha evidenziato delle specificità strutturali della gravidanza. Dunque, si lavora sempre tenendo presenti precisi elementi fisici del corpo della futura mamma.

In particolare si va a lavorare ad attutire ed eliminare i fattori di rischio tipici della gravidanza. Infatti, grazie agli esercizi del corso Mamme in Movimento, si impara a gestire al meglio il peso sempre più importante del pancione facilitando il suo corretto posizionamento.


Inoltre gli esercizi del programma di Mamme in Movimento non creano nessun sovraccarico sulle delicate strutture corporee delle future mamme. Infatti si lavora in posizioni di scarico totale della struttura addominale.

Di conseguenza le donne che frequentano il corso Mamme in Movimento, e che nella loro vita quotidiana evitano di sovraccaricare il corpo, non presentano questa problematica.

prevenire la diastasi addominale in gravidanza

Scopri subito ‘Mamme Comode’ la lezione gratuita introduttiva di MM, richiestissima da tutte le future mamme.