Lezione master su spinta e respirazione

Saper fare spinta e respirazione in modo tecnico aiuta ad ottimizzare il parto e a far nascere il bambino nel migliore dei modi. Dunque facilita il parto! In particolare, accorcia i tempi del travaglio, dimezza il dolore delle contrazioni, riduce al minimo il rischio di lacerazioni perineali. Vediamo come fare.saper spingere durante le contrazioni

Eliminare 4 errori biomeccanici che complicano la spinta

La prima cosa da fare per impostare spinta e respirazione in maniera corretta è eliminare alcuni errori biomeccanici. Molti sono ancora incredibilmente presenti nelle lezioni sulla respirazione di moltissimi corsi preparto. Vediamoli insieme:
1) Lasciar perdere la respirazione ‘a canino’, tanto cara a certe scene da film hollywoodiano anche molto famosi. Qui sotto si vede un tassista che dice alla donna che sta per partorire “un bel respiro, faccia la respirazione Lamaze”. E si vede la poveretta di turno che comincia a inspirare ed espirare rumorosamente e in maniera forsennata.come spingere per partorireDopo anni in cui è andata tanto di ‘moda’, finalmente è oramai noto che questo tipo di respirazione non serve a niente. Anzi, è sicuramente molto rischiosa per il feto e per la donna e dunque da evitare. Infatti potrebbero incorrere entrambi nel rischio di ipossia (carenza di ossigeno).

2) Evitare gli esercizi di Kegel. Quasi tutti i corsi preparto hanno per tanto tempo proposto i famosissimi esercizi di Kegel alle future mamme, e qualcuno li propone ancora, solo perché sono di moda. Dovrebbero esercitare il perineo ad affrontare bene la spinta durante il parto e generazioni di donne li hanno diligentemente fatti durante la gravidanza. gli esercizi di Kegel non servono per fare bene la spinta durante il partoTuttavia, dal punto di vista biomeccanico, questi esercizi sono del tutto antitetici rispetto alla biomeccanica del parto e dunque controproducenti. Infatti i relativi outcomes sulla capacità di spingere delle donne durante il parto e sulle lacerazioni perineali sono a tutt’oggi disastrosi. Per cui anche in questo caso la coach delle mamme consiglia di lasciar perdere questa bizzarra ‘moda’ di utilizzare Kegel nel modo più sbagliato.

3) Non utilizzare il canto vocale, anche questo diventato di moda e ancora in voga un po’ ovunque nei corsi su spinta e respirazione. Si tratta di far fare alle donne un a sorta di vocalizzo, sulla base di una ipotesi “misteriosa” per cui la bocca aperta aiuterebbe ad aprire anche il collo dell’utero. come respirare durante il parto

Ovviamente è un’ipotesi non dimostrata scientificamente e quindi lascia il tempo che trova. Inoltre non risultano risultati positivi sul fatto che questa fantasiosa pratica abbia, ad oggi, contribuito ad insegnare alle donne a spingere nel migliore dei modi e ad ottenere ottimi risultati durante il parto.
Quindi occorre sfatare l’idea che i vocalizzi possano in qualche modo aiutare il parto. Anzi, fatti così come vengono proposti in certi corsi, sono una grave perdita di tempo e di preziose energie. Per cui in un parto vanno sicuramente evitati.

4) L’errore più ricorrente: all’interno dei vari corsi preparto su spinta e respirazione si dice alle donne di spingere SOLO verso la fine del parto, cioè in fase espulsiva. In effetti considerare questa indicazione un errore può sorprendere molto, in quanto si sente ripetere da sempre ed è entrata nell’immaginario collettivo legato al parto, grazie anche ai film. come fare la spinta durante il partoTuttavia, recentemente, uno studio dell’Università americana di Saint Louis ha scoperto che se le donne iniziano a spingere prima, il tempo del parto tende a diminuire. Quindi, finalmente, anche questo aspetto è via via oggetto di revisioni scientifiche più dettagliate. In effetti pensare di fare la spinta e la respirazione solo nella fase finale del parto è un errore biomeccanico davvero rilevante, e dunque va evitato.

Cosa fare: la lezione master sulla spinta e la respirazione di MM

Dopo aver evidenziato ed eliminato gli errori biomeccanici dalla spinta, la dottoressa Elena Taddei, coach del corso preparto Mamme in Movimento, ha studiato nei minimi dettagli la fisiologia e la biomeccanica di spinta e respirazione. Sulla base di questi studi, ha quindi impostato una lezione master interamente dedicata a spinta e respirazione.
Questa lezione ha da sempre riscosso un grandissimo successo tra le future mamme, come risulta dalla nostra indagine statistica.
 Tutti i grafici e gli outcomes della nostra indagine statistica sul parto, sono riportati sul nostro sito scientifico Taddei Smart Birth.
La lezione su spinta e respirazione in pratica.
Nella lezione master su spinta e respirazione di Mamme in Movimento scopriamo e proviamo insieme, step by step, ogni singolo aspetto che le caratterizza in modo corretto dal punto di vista biomeccanico. Non lasciamo niente al caso, in modo che ogni futura mamma saprà cosa fare per aiutare il bimbo a nascere al meglio. 

lezione su spinta e respirazione

Questa lezione si fa insieme alla coach, e gli obiettivi principali sono:

  • Scoprire e allenare in modo corretto ed efficace la zona del perineo 
  • Dettagliare passo per passo la respirazione giusta per il parto
  • Saper spingere e respirare in modo corretto durante il parto
  • Facilitare in questo modo la nascita del bambino 

Già al termine di questa lezione le future mamme si sentono più preparate rispetto a tutte e loro conoscenze iniziali su questo argomento. Si sentono infatti più consapevoli su cosa serve davvero fare per spingere e respirare al meglio durante il parto.


Ogni futura mamma potrà poi ripetere a casa propria tutti gli esercizi appresi per consolidare con calma tutti gli aspetti della spinta e respirazione appresi a lezione.
Infine, si inseriranno spinta e respirazione nelle posizioni per il parto durante la lezione master col partner.

Utilità della lezione sulla spinta e respirazione di Mamme in Movimento

In tal modo le donne del corso preparto Mamme in Movimento arrivano molto preparate, molto consapevoli e molto sicure di sé al momento del parto. Infine quando poi durante il parto fanno la respirazione e la spinta di Mamme in Movimento, nessuna sbaglia la spinta e la trovano decisamente molto utile per il parto stesso. Ed hanno tutte i complimenti per l’ottima spinta!


Saper spingere nel modo migliore, quello previsto dalla natura, dosando in ogni momento l’intensità della forza esercitata per fare la spinta, aiuta le donne ad agevolare il parto, provare meno dolore, favorire la dilatazione del collo dell’utero ed evitare eventuali spiacevoli lacerazioni del perineo

spinta e respirazione

Prenota subito la lezione master su spinta e la respirazione di MM

La lezione master su spinta e respirazione si fa intorno alla 33° o 34° settimana.
La durata è di circa 2 ore.
Prenota SUBITO la lezione sulla spinta e respirazione! Contatta la segreteria del corso.

Questa lezione fa parte di un ‘programma’ che comprende un pool di lezioni messo a punto dalla coach in tanti anni di esperienza, creato apposta per prepararsi fisicamente al meglio al parto MM. 

Scopri tutto il corso preparto Mamme in Movimento

Per fare un parto in modo tecnicamente corretto in modo da ottimizzare tutti i risultati e soprattutto favorire la nascita del bimbo, il corso preparto Mamme in Movimento prevede vari step di preparazione. La lezione introduttiva gratuita ‘Mamme Comode’ è molto pratica e molto amata dalle donne perché dà subito consigli pratici ed efficaci per gestire al meglio vari momenti della vita quotidiana.
In questa questa lezione si iniziano ad anticipare alcuni aspetti che saranno poi alla base dei corsi preparto Mamme in Movimento che sono divisi per settimana di gestazione in  Mamme1  Mamme 2  Mamme3.
Oltre alla lezione speciale sulla spinta c’è anche la famosissima 
lezione speciale sul parto da fare con i partners.
Se vuoi intanto puoi provare un esercizio del corso preparto Mamme in Movimento.